martedì 30 giugno 2015

Laboratoire du Haut-Ségala - Olio di Nocciole Biologico



Sulla confezione:
Equilibrante per pelle mista. Ricavato dai frutti degli alberi di nocciole. Ricco di acidi grassi insaturi e vitamina E, l'olio di nocciole ha proprietà seboregolatrici. Idoneo per calmare i rossori della pelle sensibile e anche per la pelle secca. Colore ed odore naturali.


Recensione d'uso:
Che gli oli vegetali purissimi siano un toccasana per la bellezza è fatto ormai conclamato. Negli anni ne ho provati diversi e usati nel modo giusto mi hanno dato nel tempo notevoli soddisfazioni. Oggi ho il piacere di parlarvi di un olio del quale si parla poco ma che si è rivelato, per me, uno dei migliori mai utilizzati finora. Mi riferisco all'Olio di Nocciole Biologico di Laboratoire du Haut-Ségala, brand francese che della produzione di oli vegetali purissimi e di acque floreali ha fatto la sua bandiera. Distribuito in esclusiva per l'Italia da Vecchia Bottega, è certificato Ecocert. 

L'Olio di Nocciole Biologico di Laboratoire du Haut-Ségala si presenta in una confezione di cartone grezzo sul quale, in francese, vengono riportate molte informazioni riguardo le proprietà del prodotto. Su un'etichetta adesiva c'è anche il riassunto, in italiano, di quelle nozioni. All'interno, un bellissimo flaconcino di vetro trasparente dotato di pompetta erogatrice completa il packaging. Le etichette sono belle e curate e poiché la data di scadenza è riportata anche sul fondo della confezione, si può gettare il cartoncino esterno senza remore.

Quando l'Olio di Nocciole Biologico di Laboratoire du Haut-Ségala è giunto a casa mia ho cercato informazioni circa le sue proprietà ed i suoi usi ed ho scoperto che, pur trattandosi di un olio, esso viene utilizzato soprattutto sulle pelli miste e grasse, grazie alle sue qualità seboregolatrici. Per la stessa ragione può essere usato anche da chi ha la pelle secca.
Spesso si pensa che una pelle grassa non debba vedere gli oli neppure da lontano: io credo, invece, che li si possa utilizzare ugualmente seppur con una buona dose di buon senso. Si può ad esempio dosarne un paio di goccine sulla pelle umida creando un'emulsione che ne faciliterà anche l'assorbimento. 

Vi racconto come ho scelto di usarlo io. Poiché ho letto che può essere utilizzato come una sorta di latte detergente ho fatto proprio così e me ne sono innamorata, giorno dopo giorno. L'Olio di Nocciole Biologico di Laboratoire du Haut-Ségala strucca alla perfezione e poiché non è molto consistente, non si fatica poi a sciacquarlo via dal viso. Non unge quanto altri oli, dimostrandosi meno pesante sul viso e anche più gestibile per coloro che con le sostanze unte hanno poca dimestichezza. 

L'aspetto che più mi piace di quest'olio, e che lo rende più invitante e piacevole da usare rispetto ad altri, è il suo naturale aroma di nocciola. Sembra di avere a che fare con un pasticcino alla nocciola tanto che spalmarselo delicatamente sul viso è diventata una coccola ed un piacere. Sugli occhi non brucia, andando a rimuovere il make up senza fatica e senza stressare la sottile zona perioculare. Anche le ciglia ne giovano, ricavandone nutrimento. Il suo intenso colore giallo è una visione celestiale e la confezione è così pratica e maneggevole da amarla incondizionatamente.

Per rimuovere lo sporco è sufficiente lavarsi il viso con una buona saponetta o con un sapone liquido, fatti opportunamente seguire da un'acqua floreale od un tonico.
Basta questo gesto di estrema facilità per potersi beare di tutte le proprietà di quest'olio senza necessariamente doverne fare impacchi o miscelarlo ad altro. 

L'Inci dell'Olio di Nocciole Biologico di Laboratoire du Haut-Ségala è costituito da un solo ingredienti ed è appunto l'olio di nocciole, spremuto a freddo per conservarne inalterate tutte le proprietà. 



Personalmente lo trovo favoloso anche sul corpo, sebbene in questo modo lo usi di meno per paura di terminarlo in tempi brevi. Sulla pelle umida dopo la doccia si massaggia senza fatica e vista la sua profumazione dolciastra è assai più gradevole di un olio di mandorle dolci pur mantenendone le proprietà elasticizzanti.
Ricco di calcio e di selenio, l'Olio di Nocciole viene utilizzato persino in cucina, non solo per il suo piacevolissimo aroma ma anche per la sua capacità di rendere più forti le ossa, i capelli e le unghie.

A mio parere l'Olio di Nocciole Biologico di Laboratoire du Haut-Ségala può essere apprezzato davvero da chiunque, a prescindere dal tipo di pelle o dall'età. Ha tutte quelle caratteristiche organolettiche in grado di stimolarne la piacevolezza d'uso e il fatto che non sia troppo unto è un ulteriore punto a suo favore.
Lo consiglio a tutti coloro che non si siano mai approcciati ad un olio vegetale per paura di trovarlo troppo unto o sgradevole in fase d'uso: fatelo e vi ricrederete su quanto gli oli possano essere differenti l'uno dall'altro. L'Olio di Nocciole Biologico di Laboratoire du Haut-Ségala è, da che ho iniziato ad usare gli oli vegetali e son passati anni, il più piacevole che abbia mai usato e anche l'unico che possa consigliare a tutti senza distinzioni. Che abbiate la pelle secca, mista, sensibile o grassa non abbiate timori: le sue qualità vi ammalieranno.

*Il prodotto citato in questo articolo mi è stato inviato gratuitamente a scopo valutativo. Non sono stata pagata per scriverne una recensione e quelle espresse sono le mie sincere ed oneste considerazioni personali, libere da condizionamenti.


DOVE SI ACQUISTA: in Italia in vendita esclusiva presso Vecchia Bottega
LUOGO DI PRODUZIONE: Francia
PAO: ha la data di scadenza
QUANTITA': 50 ml
PREZZO: 12,30 €

lunedì 29 giugno 2015

Lancome - L'Absolu Rouge - Rossetto Rouge Carrousel


Su lancome.it:
Rossetto idratazione e volume assoluto con spf12.



Recensione d'uso:
Ogni tanto uno sfizio bisogna pur concederselo. Soprattutto se targato Lancome e pagato solo 11 € grazie agli sconti accumulati durante il periodo natalizio nella profumeria Limoni di fiducia. 
All'epoca Lancome aveva appena lanciato una mini collezione di 5 nuove colorazioni (Le Rose Mitiche) da aggiungere alla già folta gamma dei suoi iconici rossetti L'Absolu Rouge. Poiché ne possiedo già uno con il quale ho sempre avuto un ottimo rapporto, pensai bene di acquistarne un altro sperando di ritrovarvi le medesime qualità.
A conti fatti, non è andata proprio così. Se siete curiose di sapere perché, proseguite pure nella lettura.


Il packaging di Rouge Carrousel è come al solito di grande impatto ed eleganza. Astuccio nero lucido e levigato, linee armoniose, la rosa di Lancome incisa in uno splendido color oro sul tappo. All'esterno, una scatolina color argento.

L'Absolu Rouge di Lancome in Rouge Carrousel è proprio di un bel colore: un rosa che vira al rosso, con un'incisiva componente corallo. Queste tonalità mi intrigano sempre anche se spesso non mi donano quanto vorrei. E per dirla tutta, hanno anche la forte tendenza a far apparire i denti più gialli di quanto effettivamente siano. Quando però li swatchai tutti in negozio non potei fare a meno di notare l'armoniosità di questo colore, la sua cremosa definizione, l'eccellente pigmentazione, la magnifica scorrevolezza già sulla mano. E poi il profumo. Quel profumo delicato, femminile, docile eppure assolutamente percettibile. E' un pezzo Lancome e devo dire che l'esperienza che si riceve in cambio è in linea con l'aurea di lussuoso romanticismo della maison. 


Indossato è un petalo di rosa, un sublime bocciolo che rende bello l'intero viso. Sulle labbra scorre a meraviglia, scrivendo in un solo gesto senza bisogno di ripassare lo stick più volte. E' intrigante senza essere sfacciato, sexy senza risultare conturbante. 

Purtroppo lo splendore de L'Absolu Rouge di Lancome in Rouge Carrousel termina qui. Quando lo indosso per lavorare me ne pento sempre. Pur contornato con una matita labbra questo trasborda alla velocità della luce. Si insinua nelle rughette con una facilità estrema e dopo poco rende le labbra sciatte, trasandate, uno sbuffo incerto di colore. 
Devo ricordarmi di tenere uno specchietto a portata di mano per andare a rimuovere quelle brutture e credo che questa sia la sconfitta peggiore per un rossetto, a maggior ragione se di tal fatta.
Personalmente non mi sarei mai aspettata una resa così insoddisfacente da parte di un rossetto Lancome. Indossarlo mi piace alla follia perché questo colore accende la mia carnagione andando a valorizzare senza eccedere. Tuttavia il confort d'uso - che, va detto, è assolutamente unico - non ripaga quel suo andare a spasso e far sembrare la malcapitata di turno una che si sia messa il rossetto senza guardarsi allo specchio.


Anche la durata è alquanto deludente: su di me non arriva alle tre ore piene. Se la questione del trasbordare non fosse mai comparsa su questa breve durata avrei chiuso un occhio: si tratta pur sempre di un rossetto dalla forte componente idratante e cremosa! Tuttavia unita a quel difetto principale ecco che mi fanno arrivare ad una conclusione non troppo mite.

Tirando le somme, trovo infatti che Lancome con L'Absolu Rouge in Rouge Carrousel abbia toppato, almeno per metà. Ad un rossetto splendido dal punto di vista della confortevolezza, del colore, del profumo e del piacere d'indossarlo si abbina una resa a dir poco spaventosa. 
A malincuore, se tornassi indietro lo lascerei sullo scaffale.


SITO WEB: www.lancome.it
DOVE SI ACQUISTA: in profumeria
LUOGO DI PRODUZIONE: Francia
PAO: 24 mesi
QUANTITA': 4,2 ml 
PREZZO: 29 €. Io lo pagai 11 € approfittando degli sconti accumulati in profumeria.

sabato 27 giugno 2015

La Domanda della Settimana



Buongiorno e buon sabato!
Un paio di giorni fa ho risposto ad un simpatico tag nel quale mi si chiedeva di raccontare cosa avrei inserito in un ipotetico carrello qualora avessi avuto 100 € da spendere in un negozio Mac.
Ora vi chiedo di rispondere ad un quesito simile pur dandovi la facoltà di scegliere sia il negozio nel quale "far danni" sia la tipologia di merce.

Vi auguro un buon week end e vi ringrazio anticipatamente nel caso in cui vogliate giocare insieme a me in questa nuova Domanda della Settimana. 


Poniamo il caso che sia il tuo compleanno
e che ti venga regalato un buono da 50 € 
da spendere nel tuo negozio preferito.
Di quale negozio si tratta e cosa 
acquisteresti con i soldi a tua disposizione?

giovedì 25 giugno 2015

[Tag] Se Avessi 100 € da Spendere da Mac?



Qualche giorno fa sono stata taggata dalla gentilissima Sue di Cosmetic Mind per un giochino molto divertente - seppur "pericoloso" - che mai avrei potuto lasciarmi sfuggire. Originariamente ideato da Hornitorella e PassionMakeup89, si tratta di raccontare cosa acquisteremmo qualora avessimo 100 € da spendere da Mac. Mi viene in mente un buono regalo o qualcosa del genere: non lo si vorrebbe mica far scadere, no?
Purtroppo per raggiungere 100 € di spesa da Mac non occorre grande fantasia. Ahimè lì i prezzi sono sempre piuttosto alti per cui raggiungere tale soglia si dimostra alquanto semplice. Cosa acquisterei io?
Bé, iniziamo con la lista.

PAINT POT - INDIAN WOOD €20

Una mia vecchia passione, mai entrata in casa mia purtroppo.

VIVA GLAM - MILEY CYRUS LIPSTICK €19

Ogni volta che ho la possibilità di andare in negozio lui è sold out. Finirà che quando lui ci sarà, a me
non interesserà più. 



MINERAL CONCEALER NC20 - 21,20 €

Da tempo cerco un'alternativa al correttore Pro Longwear che uso da quando uscì. Mi piacerebbe provare questo perché pare che risulti più idratante sulla pelle secca del contorno occhi.


FONDOTINTA STUDIO SCULPT NC25 - 32,50 €

Ne ho provati diversi campioncini e mi è piaciuto molto. Non mi secca la pelle (come invece faceva il Pro Longwear), dura tutto il giorno, si adagia alla perfezione sul mio incarnato. Sarebbe bello averne un'intera confezione per le uscite serali o per quelle occasioni in cui occorre sentirsi perfetti.


SIZED TO GO GREEN GEL CLEANSER - 10 €

Un detergente fresco per il viso, in versione minitaglia. Il prezzo è eccessivo per soli 30 ml di prodotto ma mi incuriosisce molto e qualora avessi un buono indubbiamente lo proverei.



Tirando le somme, il totale del carrello è: 102,70 €. Pur con 100 € in tasca riuscirei a sforare. Di poco, ma comunque non riuscirei a star dentro al budget prefisso.

Ed ora mi piacerebbe chiamare in causa almeno altre tre blogger. Se vorranno farlo, sarei felice di leggere cosa acquisterebbero nel caso in cui avessero 100 € a disposizione da spendere in un negozio Mac.

mercoledì 24 giugno 2015

Nabla Cosmetics - Diva Crime - Rossetti Ombre Rose e Panta Rei


Su nablacosmetics.com:
Rossetto opaco a coprenza completa senza peso per un'esperienza matte moderna e glamour. Contiene olio di camelia giapponese per idratare le labbra.



Recensione d'uso:
Acquistati a fine aprile su Profumo di Natura, ho atteso il tempo necessario per farmi un'idea precisa e mirata sui due Diva Crime di Nabla Cosmetics che ho scelto per me.
L'hype che si era creata intorno a questi rossetti mi è sembrata come sempre rispettabile, ma fin troppo eccessiva. Ho preferito aspettare che gli animi si placassero e dopo aver fatto le dovute prove, eccomi qui a parlarvi della mia esperienza d'uso con ambedue.

A sinistra Ombre Rose,
A destra Panta Rei

Il packaging dei Rossetti Diva Crime di Nabla Cosmetics è curato ed attraente, soprattutto all'esterno. La scatolina nera con la scritta in rilievo è una delle più accattivanti che mi sia capitato di vedere. Lo stick è invece liscio ed essenziale, cromato, dalle dimensioni molto contenute. Seppur compatto esso riesce a contenere una quantità di prodotto simile se non superiore a quella di altri prodotti simili.
I Rossetti Diva Crime di Nabla Cosmetics che ho scelto per me sono Panta Rei e Ombre Rose, due tonalità differenti ma pensate per chi non desidera dare troppo nell'occhio.

Panta Rei sulle mie labbra
Panta Rei è una colorazione particolare, la meno classificabile tra quelle uscite con la collezione. C'è del rosa, del rosso, persino una nota di arancio. Ho visto tanti swatches su labbra e credo di poter dire che non ce ne siano due uguali: su ognuna sembra assumere un significato diverso, rendendosi quasi uno stick personalizzato.
Inizialmente non riuscivo ad inquadrarlo bene e credevo addirittura che mi stesse male. Poi tutto è cambiato, iniziando ad applicarlo di frequente mi sono resa conto di come fosse in grado di accordarsi alla perfezione con il mio incarnato accendendolo con grazia. Lo adoro abbinato a diversi make up occhi, in special modo con quelli che contengono dell'oro, del marrone o persino del grigio.
La durata è eccelsa su di me. Io lo applico prima di andare a lavoro e quando torno a casa, diverse ore dopo, lo devo rimuovere con uno struccante. Per tutto il periodo non sento la necessità di ritoccarlo perché lui se ne resta lì, praticamente perfetto.
Diversamente da altri rossetti matt gli occorre diverso tempo per fissarsi alle labbra ed opacizzarsi, su di me anche più di quaranta minuti. Quando poi lo fa non mi ingessa le labbra ma bensì riesco ad avvertire ancora una sensazione di confort.

Ombre Rose sulle mie labbra

Ombre Rose è quello che avevo adocchiato per primo. Lo definirei un rosa su base malva ben bilanciato, di sicuro non caldo, ma neanche troppo freddo. Io lo applico con una matita labbra di un colore leggermente più scuro e poi vado a lavoro. Nelle ore che passo in negozio non mangio quasi mai però bevo di frequente. Ombre Rose non sbiadisce, non scompare al centro, non si trasferisce neppure in modo drammatico al bicchiere. Tuttavia un cambiamento col passare delle ore lo noto ed è nella colorazione. Quando lo acquistai lo feci pensando che sarebbe stato più chiaro di come poi si è rivelato, nonostante tutto mi piace e lo indosso volentieri. Quello che noto, però, è che oltre ad opacizzarsi lui si scurisce e alla sera lo vedo un po' più scuro rispetto a quando ore prima lo avevo applicato. Indubbiamente non si tratta di un nude e sulla pelle chiara o medio-chiara lo stacco si nota molto. Non è il tipo di rossetto che utilizzo quando voglio apparire truccata ma non troppo.
Il fatto che sia a così lunga durata mi piace molto perché questo mi consente di utilizzarlo senza mai dovermi preoccupare di un ritocco. Diversamente da molti altri rossetti in mio possesso, lui non trasborda e non va ad evidenziare le rughette sul contorno labbra.

Dovendo arrivare ad una conclusione che includa sia Panta Rei che Ombre Rose di Nabla voglio dire di essermene innamorata. Prima timidamente, poi sempre con maggior trasporto. In principio pensavo che avrei sfruttato di più Ombre Rose, invece poi mi son trovata così bene con Panta Rei che è anche finito tra i prodotti make up più utilizzati della primavera. 
Entrambi mi piacciono e hanno una resa estetica che mi soddisfa in pieno. Adoro il fatto che non si insinuino tra le rughette che contornano le labbra e che, per contro, non le secchino neppure in modo terribile. Qualora Nabla decidesse di ampliare il range di colori disponibile, ne acquisterei sicuramente altri. Sono rossetti sui quali so di poter contare, tant'è che se ne avessi avute li avrei utilizzati anche durante cerimonie, colloqui di lavoro o altre circostanze nelle quali si deve essere a posto per il maggior numero di ore senza potersi concedere dei ritocchi.
Pur non essendo dei prodotti completamente naturali, i Rossetti Diva Crime di Nabla Cosmetics sono vegan e cruelty free. Inoltre non contengono parabeni, siliconi, oli minerali, pegs e edta.
Questi rossetti vengono descritti come glamour, vellutati ed accattivanti: bé, io sono d'accordo.


SITO WEB: www.nablacosmetics.com
DOVE SI ACQUISTA: sul sito di Nabla oppure tramite i negozi rivenditori tra cui Profumo di Natura, Loving Eco Bio e Gocce Verdi
LUOGO DI PRODUZIONE: Italia
PAO: 12 mesi
QUANTITA': 4,2 g
PREZZO: 12,90 €. Io li pagai un po' meno approfittando dell'offerta lancio.

martedì 23 giugno 2015

[Prova Campioncino] Purophi - Selezione di Prodotti



Purophi, acronimo di Pure Organic Philosophy, è un brand che fa del contatto con la natura il suo credo. Un contatto che si sposa alla perfezione con la scienza, prendendo il buono di entrambi per produrre cosmetici di qualità. Le formulazioni sono un connubio di biotecnologie ed ingredienti biologici certificati, nel massimo della sostenibilità. Le biotecnologie utilizzate sono comunque "pulite" in quanto non contengono traccia di reagenti chimici. Per creare i principi attivi vengono utilizzati lieviti o enzimi rispettosi della pelle e dell'ecosistema.

Purophi in Italia viene venduta da Pura Pelle, e-commerce con un'impronta votata alla funzionalità e dove è stata fatta un'attenta selezione dei brand e dei prodotti da introdurre.

Poiché ho in casa dei campioncini Purophi ed ho notato che di questo brand sul nostro territorio si parla ancora pochissimo, ho pensato di volervi raccontare le mie impressioni d'uso. Ovviamente questa non è una recensione, ma il resoconto di come è andata con questa prova breve e circoscritta.

Il Contorno Occhi e Labbra Luminous Phirophi è una cremina bianca di media consistenza. Ne applico una modica quantità nelle aree da trattare e massaggio dolcemente con il dito anulare fino a completo assorbimento. Sul mio contorno occhi secco si asciuga in tempi brevi, consentendomi di applicare il make up dopo appena cinque minuti. La sensazione lasciata dal Contorno Occhi e Labbra Pirophi, subito dopo l'applicazione, è quella di pelle liscia e distesa, morbida e soffice anche nelle ore successive. Non va ad alterare né inficiare la resa del trucco ma bensì protegge dalla disidratazione del correttore. L'aspetto che ho preferito è stato quello di notare come le linee di espressione sembrassero in qualche modo meno evidenti. 

I principi attivi utilizzati sono l'acido ialuronico, la vitamina C, un blend biotecnologico di oligoelementi con lo scopo di attivare le vitamine, cellule staminali dell'uva, l'estratto di aloe vera, l'olio di jojoba e di cocco, la vitamina E antiossidante.

Il Siero Intensivo Rassodante Riempitivo Purophi è un gel incolore dalla delicatissima profumazione. Se avete già usato l'acido ialuronico noterete delle somiglianze nette, sia nella consistenza, sia nei tempi e nei modi d'assorbimento. Lo si può usare da solo nelle giornate più calde oppure sotto una crema più ricca per potenziarne i benefici. Questo prodotto è dotato di brevetto perché considerato un vero e proprio elisiri anti-aging altamente rassodante. Attiva il microcircolo, ripara e stimola il collagene (e ne contiene una buona quantità in formula), combatte i cedimenti cutanei. Personalmente non ho potuto apprezzarne tutti i benefici perché ancora giovane. Credo che questo sia uno di quei cosmetici che una pelle matura non dovrebbe farsi mancare di provare. Costituisce una vera e propria terapia d'urto contro il rilassamento cutaneo e la disidratazione. Contiene anche un interessante pentapeptide dall'intensa azione antietà.

Il Siero Esfoliante di Purophi è privo di granuli. Si presenta come una sostanza gelatinosa che a contatto con la pelle asciutta forma una sorta di schiumina bianca con la quale riuscire ad arrivare agevolmente lungo tutte le superfici da trattare, viso e collo, escludendo la zona del contorno occhi. Una volta ben massaggiato lo si sciacqua via e tamponando la pelle con un asciugamano la si ritrova morbida e soffice. Anche il colorito sembra giovarne, mostrandosi più omogeneo. La sua funzione è tripla: ossigena i tessuti, li riequilibra, ha un'azione antiaging. Ricco di biofenoli stimola il microcircolo e la fisiologica produzione di collagene. Può essere usato anche dalle pelli più sensibili perché la sua non è un'azione meccanica e non va ad arrossare né ad irritare.

La Crema Rassodante Riempitiva di Purophi si presenta come una cremina bianca di media consistenza. Non è una crema per pelli miste e grasse, trovo invece che sia perfetta per le pelli bisognose di idratazione e nutrimento. Tuttavia non appesantisce né fa sudare. Anche sotto il make up minerale che utilizzo abitualmente si comporta bene, senza interferire. La sua funzione è di stimolare il microcircolo e la fisiologica produzione di acido ialuronico. Combatte il rilassamento cutaneo per cui è un trattamento mirato ad una pelle più adulta e matura. Ricco di oli e di sostanze vitaminiche protegge l'epidermide dalle aggressioni esterne. L'odore è molto lieve e gradevole, come per il resto dei prodotti.


In conclusione, ho trovato molto piacevoli da utilizzare tutti i prodotti a marchio Purophi di cui ho provato il campione. Tuttavia si tratta di prodotti che trovo più indicati per una pelle su cui si inizino a vedere i primi cedimenti cutanei. Personalmente riacquisterei il Contorno Occhi che è il prodotto con cui sono riuscita a fare più applicazioni e che ho trovato particolarmente utile e performante.

lunedì 22 giugno 2015

Primavera 2015 - I Prodotti Che ho Usato di Più

Fonte: accademiadeisensi.it
La primavera ci lascia anche quest'anno, con la sua scia di colori pastello, con il ricordo dei suoi fiori profumati. 



Come ogni fine stagione anche stavolta mi piace tirare le somme riguardo al make up che ho utilizzato di più, quei prodotti che per una ragione o per l'altra ho indossato più spesso nei tre mesi appena conclusi. Chiaramente non mi sono mai ridotta all'uso di questi pochi prodotti, sono semplicemente quelli che nei miei make up sono comparsi con maggiore frequenza.



LABBRA:

- Wycon - Liquid Lipstick n°10 e n°3. Sono due colori diversi, il primo un bel fucsia acceso, il secondo un discreto rosa antico. A parte questo, sono entrambi funzionali e duraturi. Non trasbordano e dopo una decina di minuti dall'applicazione si fissano diventando totalmente opachi. Una bella scoperta, finalmente ho compreso perché venivano osannati in lungo e in largo. Credo che ne prenderò anche altre tonalità.
- Mac - Rossetto Lickable. E' il mio rossetto primaverile per antonomasia.
- Nabla - Diva Crime - Rossetto Panta Rei. Grande amore per questo rossetto che ho acquistato colma di dubbi e che invece ho poi iniziato ad apprezzare giorno dopo giorno. Lo indossi e te ne dimentichi, non hai bisogno di ritoccarlo e per il lavoro diventa una carta vincente.
- Lancome - L'Absolu Rouge - Rouge Carrousel. Un bel rosso aranciato che fa allegria. Peccato che nonostante l'elevato prezzo entri nelle rughette sul contorno labbra con estrema facilità.


OCCHI:


  
- Makeup Revolution - Palette Iconic 3. Rispetto alla compagna Iconic 2 acquistata nella stessa occasione, questa inizialmente mi era piaciuta molto meno. Mi sono dovuta ricredere proprio nel corso degli ultimi 3 mesi, quando ho iniziato ad usarla con una certa assiduità. Finalmente siamo entrate in sintonia!
- Mac - Fluidline Added Goodness. E' il mio eyeliner preferito, quello che utilizzo con maggiore frequenza durante tutto l'anno e che in questi ultimi 3 mesi ho usato così spesso da tenerlo direttamente sulla scrivania, a portata di mano. E' un marrone/grigio che impreziosisce i miei occhi e che più del classico colore nero li valorizza. Non so davvero come farò quando finirà, calcolando che non è nella collezione permanente del brand.
- Mac - Fluidline Royal Wink. Acquistato durante questa primavera, mi è piaciuto fin dal primo utilizzo. E' un blu acceso, inconsueto, bellissimo. Felice di averlo acquistato.
- Miss Broadway - Creamy Touch Eyeshadow Aquamarine. Prima della comparsa di Royal Wink l'ho usato non solo in veste di ombretto, ma anche di eyeliner. Con l'aiuto del pennello giusto con questi ombretti in tubo si può fare qualunque cosa. 

VISO:


- Wycon - Wild Escape - Blush Rosa Scuro. Ha una bellissima trama che peraltro non si rovina pur andando a prelevare polvere giornalmente con il pennello. La colorazione è proprio di quelle che piacciono a me, si può modulare e la durata è assicurata.
- Avril - Blush Rose Praline. Pigmentato, durevole, buon inci, prezzo contenuto. Adorabile.
- Nyx - Blush Spice. Uno dei miei preferiti in assoluto, si comporta benissimo e dura tutto il giorno senza alterarsi né necessitare di ritocchi.
- Bellapierre - Fondotinta Compatto "Latte". Una splendida riscoperta di questa primavera. Uniforma l'incarnato e pur senza assicurare una folta coprenza riesce a garantirmi quella sensazione di sentirmi a posto con leggerezza. Mi piace e lo riacquisterei.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...