mercoledì 1 ottobre 2014

My Make Up - Duochrome Week - Utopia

Terzo giorno della Duochrome Week. Un make up al giorno per i 7 giorni della settimana, ognuno di essi dedicato alla palette Duochrome 2 di Neve Cosmetics.

Oggi è il turno di Utopia, un blu-violetto che rivela una scrivenza forse meno accentuata rispetto ai compagni, ma comunque molto più che discreta.
Ho scelto di abbinarlo ad Abracadabra per un trucco quasi tono su tono, con nessuna interferenza di altro genere.




E per accentuare l'effetto "fata turchina", sulle labbra ho scelto di abbinare un rosa bambola.



Lista dei prodotti utilizzati:
- Shadow Insurance di Too Faced come base per gli ombretti;
- Correttore Pro Longwear NC20 di Mac per coprire le occhiaie;
- Ombretto Coco di Neve Cosmetics sotto l'arcata sopracciliare e all'angolo interno dell'occhio;
- Palette Duochrome 2 di Neve Cosmetics: Ombretto Abracadabra lungo la prima parte di palpebra mobile; Ombretto Utopia sulla restante palpebra mobile, lungo la piega e sotto la rima inferiore.
- Kajal Khol Pencil n°110 di Kiko nella rima interna inferiore;
- Matita Labbra Trasparente Ghost di Nabla sul contorno labbra;

martedì 30 settembre 2014

My Make Up - Duochrome Week - Fenice

Altro giro, altra corsa. Siamo al secondo giorno della Duochrome Week, la settimana che ho scelto di dedicare alla palette Duochrome 2 di Neve Cosmetics acquistata di recente.

L'ombretto protagonista del make up odierno è Fenice, la cialda più scrivente dell'intera palette Duochrome. Basta intingere il dito una sola volta per rivelare un cuore palpitante di pigmento. Un color ruggine vibrante, un'anima calda e struggente. Una fiamma che accende lo sguardo, e che in questo caso ho preferito mitigare con il più placido Mezza Estate.





Lista dei prodotti utilizzati:
- Shadow Insurance di Too Faced come base per l'ombretto;
- Correttore Pro Longwear NC20 di Mac per coprire le occhiaie;
- Ombretto Coco di Neve Cosmetics sotto l'arcata sopracciliare e all'angolo interno dell'occhio;
- Palette Duochrome 2 di Neve Cosmetics: Ombretto Mezza Estate nella prima parte della palpebra mobile; Ombretto Fenice sulla palpebra mobile e poco oltre, sulla piega.
- Ombretto Fossil di Nabla per creare un'ombreggiatura leggera oltre la piega.
- Fluidline Eye Liner in gel Blacktrack di Mac per delineare l'occhio;
- Matita Labbra Contorno Perfetto di Wjcon sul contorno delle labbra;
- Rossetto Saturn di Nyx sulle labbra.

lunedì 29 settembre 2014

My Make Up - Duochrome Week - Mela Stregata

Buongiorno!
Oggi inauguro la Duochrome Week, un'intera settimana dedicata alla palette Duochrome 2 di Neve Cosmetics acquistata non appena è stata immessa sul mercato.
Un make up al giorno per quanti sono i giorni della settimana. Una nuova rubrica, una nuova sfida. Ce la farà la nostra eroina? Calcolando che i post son già tutti pronti direi che si, credo proprio di poter arrivare alla conclusione della settimana senza colpi di scena.
Nel frattempo vi introduco il primo make up, quello del lunedì.

Lo scrivevo scherzosamente su Instagram e sulla pagina Facebook di Recensioni Cosmetiche: Mela Stregata mi ha stregato. E per quanto volessi fare la simpatica in realtà non mi discostavo affatto da ciò che penso. L'Ombretto Mela Stregata della palette Duochrome 2 di Neve Cosmetics è indubbiamente il mio preferito tra i 10 proposti.
Una base color pugna e tanti riflessi verdi. Così bello da restarne senza fiato. 

Quello che vedete oggi fu il primo make up eseguito con la Duochrome 2 di Neve Cosmetics. Niente di particolarmente elaborato, come in fondo è nel mio stile. Semplici accostamenti che mi sono piaciuti e che sicuramente ripeterò.





Sulle labbra, uno dei rossetti che utilizzo più spesso in questo periodo:


Lista dei prodotti utilizzati:
- Shadow Insurance di Too Faced come base per l'ombretto;
- Correttore Pro Longwear NC20 di Mac per coprire le occhiaie;
- Ombretto Coco di Neve Cosmetics sotto l'arcata sopracciliare e all'angolo interno dell'occhio;
- Palette Duochrome 2 di Neve Cosmetics : Ombretto Polline all'angolo interno; Ombretto Mela Stregata sulla palpebra mobile; Ombretto Twilight sulla piega; Ombretto Abracadabra sotto la rima inferiore.
- Cream Shaper For Eyes n°5 di Clinique sulla rima interna inferiore;

domenica 28 settembre 2014

Tag: The Ultimate Autumn Challenge - Le Cose Preferite dell'Autunno

Nei giorni scorsi quelle due menti diaboliche di Anna Gaia (What's in My Bag?) e Rita (Consigli di Make Up) hanno portato alla luce, insieme, un tag autunnale a più riprese. 5 Settimane, 5 temi comuni da affrontare riguardanti questa affascinante stagione.

Questo il tema della prima settimana, che copio direttamente dai loro post originali:
Il primo post è tutto dedicato alle cose che amiamo di più in autunno, qualsiasi cosa, abbiamo pensato che sarebbe stato bello iniziare con cibo, tisane, un rossetto particolare, un vestito, il plaid preferito, il cibo preferito. Insomma diteci la vostra.

Fonte: wordsocialforum.com

L'Autunno non è esattamente la mia stagione. Io sono nata d'estate e forse solo in estate mi sento pienamente me stessa. Tuttavia mi piace l'alternarsi delle stagioni, notare i cambiamenti nell'aria e nei colori, variare ritmi, differenziare i cibi.
Dell'Autunno amo poche cose ma quelle cose sono per me davvero importanti. 

Queste sono le cose che Amo dell'Autunno:
  • Ricominciare ad indossare le sciarpe. La sciarpa è un capo che adoro e che ho sdoganato in tempi relativamente brevi. In passato non riuscivo ad indossare qualcosa sul collo senza provare un forte senso di soffocamento. La cervicale prima e un rinnovato amore poi, mi hanno indotto non solo ad usarle di frequente, ma anche a sentirmi valorizzata da esse.
  • Le Caldarroste. Sebbene riesca a mangiarne solo 4 o 5 ogni anno, mi piace il rito di calore familiare che rievocano ogni volta. Quella pentola bucata e ormai vecchissima, il profumo d'autunno che riempiva la cucina, il calore sulle mani, quella consistenza fragrante da sbucciare piano. E poi il loro sapore, così particolare ed avvolgente. 
  • I Trench, le Giacche. Sono una vera appassionata di giacche, trench, cappotti. Se potessi ne acquisterei uno per ogni forma e colore. In generale, penso di amare particolarmente tutti i capi di transizione.
  • Rebel, sulle mie Labbra. Negli anni sono diventata molto stagionale ed è sempre più raro che utilizzi un colore estivo in inverno o viceversa. L'Autunno è il periodo in cui i miei amatissimi rossetto e lipglass Rebel di Mac tornano sulle mie labbra e se c'è un motivo per amare questa stagione, ecco il primo.
  • Le Foglie Secche. Mi piace moltissimo trovarle ai bordi delle strade. Adoro i loro colori. Spesso ne raccolgo un po' e me le tengo a casa per qualche giorno. Le trovo belle, poetiche, incredibilmente affascinanti.
  • La coperta sul letto. Quella voglia di tepore, quel bisogno di coprirsi. Quel calduccio che prima avverto grazie ad un semplice trapuntino, poi ad un vero e proprio piumone. Odio avere freddo ma amo riscaldarmi. Dormire, o anche semplicemente stare nel letto, diventa un piacere ancora maggiore. Così intimo e perfetto da desiderarlo per un giorno intero.

sabato 27 settembre 2014

La Domanda della Settimana



Buongiorno!
Nuova Domanda della Settimana. Questa volta mi piacerebbe puntare l'obiettivo verso le collezioni make up autunnali che stanno facendo la passerella nei negozi già da un po'.
Quale vi ispira di più? quale pensate abbia colto la vera essenza di questa stagione? 


Collezioni Make Up Autunnali:
quale vi ha colpito di più?
Avete già acquistato qualche pezzo?
Quali sono i marchi che vi sorprendono
positivamente ad ogni nuova collezione?

venerdì 26 settembre 2014

BioCare - Bio Botanica - Mask and Cleansing Massage



Sulla confezione:
La microgranulosità è data da noccioli di olive ultrafini che svolgono una delicata esfoliazione per una pelle rivitalizzata e priva di impurità. Usata come scrub elimina le cellule morte, stimola il turnover cellulare, migliora l'aspetto cutaneo e prepara la pelle, così detersa, ad assorbire meglio i principi attivi contenuti in formula.
Usata come maschera, lenitiva/rilassante, è consigliata per ogni tipo di pelle, svolge un'efficace azione riparatrice, nutriente, rivitalizzante, anti-inquinamento e protettiva grazie alle Cellule staminali stimolate da bacche d'uva. 



Recensione d'uso:
Si possono avere una maschera ed un esfoliante racchiusi in un unico prodotto? è la domanda che mi sono posta quando mi sono trovata davanti Mask and Cleansing Massage Bio Botanica, un cosmetico che si offre come una valida proposta per soddisfare entrambe le finalità.

Racchiuso all'interno di un flacone in vetro dotato di pompetta dosatrice e tappo salva-freschezza, è dotato anche di una scatola in cartone sulla quale sono riportate tutte le informazioni circa l'uso o la formulazione. 
Questo tipo di confezionamento si dimostra comodo per quanto concerne un fattore tipicamente visivo, in quanto il flacone trasparente consente di vedere sia quanto ne stiamo utilizzando, sia la trama del prodotto. Il vetro, seppur igienico e riciclabile, si dimostra invece scomodo in quanto più pesante da trasportare in giro e meno pratico per una questione di possibili rotture. Tuttavia in linea di massima il packaging è di mio gradimento e funziona alla perfezione per lo scopo cui è deputato.

La texture di Mask and Cleansing Massage Bio Botanica è liquida, molto leggera al tatto e gradevolmente profumata di agrumi. Io vi sento molto sia l'arancia che il mandarino e sebbene non ami molto le fragranze di questo tipo, riconosco che questa in particolare non è mai fastidiosa. Coccola le narici con garbo, come lo farebbe una vitaminica spremuta di arance. 
Bianchissima, sebbene tramite il contenitore sembri di intravedere dei granuli, non li si avverte poi in fase d'uso.


Modo d'uso. Come esfoliante si applica una generosa quantità di prodotto su collo e viso, si lascia in posa per 10 minuti, poi si massaggia delicatamente per un paio di minuti e si risciacqua con acqua fresca. Il processo è così delicato che può essere ripetuto fino a 3 volte alla settimana, quando se ne sente l'esigenza.
Come maschera si applica uno strato abbondante di prodotto su collo e viso. Si lascia in posa dai 15 ai 20 minuti e poi si risciacqua evitando di massaggiare. Anche in questo caso non esistono controindicazioni, tanto da poter ripetere le applicazioni quando si vuole.

L'inci contiene il 100% di sostanze di origine naturale. Ci sono l'acqua distillata di rosa, esteri derivanti dall'olio di oliva, glicerina, polvere di noccioli d'oliva, crondo crispo, olio essenziale di arancia dolce, profumo, cellule staminali d'uva, estratto di camomilla, estratto di malva, vitamina E, allergeni naturalmente contenuti negli oli essenziali. La formula è priva di siliconi, parabeni, petrolati, ma ricca di estratti lenitivi e calmanti. Sia che la si usi in veste di maschera che in veste di scrub, il prodotto ha comunque la facoltà di nutrire la pelle durante il trattamento e di lasciarla fresca, ben detersa e piacevolmente soffice.

La sensazione di Mask and Cleansing Massage Bio Botanica sulla mia pelle è quella di un prodotto leggero, gradevolmente profumato, che idrata viso e collo in modo delicato.
Quando risciacquo sento che la mia pelle è tornata liscia e morbida, compatta al tatto ed esteticamente più vitale, meno spenta. Non tira in nessun punto e non vi è alcuna fastidiosa sensazione di oleosità. 
In veste di maschera mi piace moltissimo in quanto si avverte la sua capacità di reintegrare la giusta dose d'idratazione e di far tornare la pelle in uno stato di grazia. Il mio viso non avverte bruciori di alcun tipo, non si arrossa e non si riscalda in modo spiacevole come mi è successo persino con dei tonici. 
In veste di esfoliante inizialmente mi ha lasciata perplessa perché a livello tattile non avverto alcuna presenza di granuli, sebbene in realtà siano esplicati in formula. E' probabile che lavori in modo molto delicato, così da garantire un'esfoliazione leggera che in alcun modo possa risultare aggressiva anche sulle pelli più giovani e delicate. Siamo soliti pensare che solo i processi visibili, che si sentono, agiscano sul serio. Non è necessariamente così: un prodotto può funzionare bene anche quando non lo esplica in modo evidente, comportandosi in modo rispettoso sull'epidermide, così da scongiurare anche il pericolo di rossori o microlesioni. Posso dire, alla lunga, di aver apprezzato questo approccio dolce all'esfoliazione, in quanto mi ha permesso di fare lo scrub nonostante mi stessi ancora riprendendo da una situazione di pelle iper-sensibilizzata e capricciosa.

Il mio giudizio riguardo Mask and Cleansing Massage Bio Botanica è molto positivo. A prescindere da come si decida di usarlo, il prodotto svolge egregiamente entrambe le sue funzioni, apportando un cambiamento in meglio che si avverte anche nei giorni successivi al trattamento.
Per quanto mi riguarda, ritengo che possa essere utilizzato su qualunque tipo di pelle e a qualunque età. La sua dolcezza lo rende particolarmente adatto alle pelli sensibili che necessitano di un'azione calmante e lenitiva. 

Il prezzo non lo rende un prodotto a buon mercato, tuttavia penso che sia ampiamente giustificato dalla doppia funzionalità, dalla confezione igienica che consente un utilizzo condiviso da più membri della famiglia e dall'attività di ricerca dietro il prodotto stesso.
Questo per me è stato l'anno delle maschere viso. Ne ho provate diverse e lo sto facendo tuttora. Senza ombra di dubbio, la Mask and Cleansing Massage Bio Botanica è quella che più mi piace e che meglio esplica la sua funzione di rivitalizzare la mia pelle. Se dovessi sceglierne una da mettere sul podio, questa è quella che vi poggerei senza indugi.

Ricordo che tutti i prodotti del marchio BioCare, compreso quello protagonista della recensione odierna, possono essere acquistati online su Weetoo Shop.

*Il prodotto citato in questo articolo mi è stato inviato gratuitamente a scopo valutativo. Non sono stata pagata per scriverne una recensione e quelle espresse sono le mie sincere ed oneste considerazioni personali, libere da condizionamenti.



SITO WEB: www.bicroma.com
DOVE SI ACQUISTA: online su Weetoo Shop
LUOGO DI PRODUZIONE: Italia
PAO: 6 mesi
QUANTITA': 125 ml
PREZZO: 52 €. Ora in sconto del 30% al prezzo di 36,40 € per tutto il mese di ottobre.

giovedì 25 settembre 2014

My Make Up - MoonLight

Un paio di settimane fa, complici le foto della palette Vice 3 di Urban Decay che uscirà in Italia nei prossimi mesi, mi è tornata una gran voglia di tornare a giocare con la mia Vice 2.
Ne è uscito fuori questo make up sui toni del blu e dell'argento. Rivedendolo in queste immagini, mi piace meno di quanto invece mi era piaciuto indossarlo. Quello shimmer sotto l'occhio, che enfatizza le mie linee d'espressione, ora come ora lo eviterei. E penso che fotografare un proprio look serva in fondo anche per questo: notare meglio i propri errori e cercare di porvi rimedio la volta successiva.

In ogni caso, sperando che vi piaccia, vi mostro le immagini di quel che ho combinato.





Sulle labbra, un rosa delicato per smorzare l'enfasi shimmer degli occhi:


Lista dei prodotti utilizzati:
- Correttore Mac Pro Longwear NC20 per coprire le occhiaie;
- Paint Pot Soft Ochre di Mac come base per gli ombretti;
- Palette Vice 2 di Urban Decay: Ombretto Shellshock sulla prima parte di palpebra mobile; Ombretto Madness sulla seconda parte di palpebra mobile. Gli stessi usati anche sotto la rima inferiore. Ombretto Prank sulla piega dell'occhio.
- Ombretto Sand Matt di Naturalmente per agevolarmi nella sfumatura di Prank;
- Ombretto Butterfly di Neve Cosmetics sotto l'arcata sopracciliare;
- Skinny Fit Kajal n°4 di Kiko sulla rima intera inferiore;

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...